Requisiti

Standard PDF

Il nostro sistema di stampa è stato costruito per garantire il massimo risultato utilizzando i parametri dettati dalla tecnologia PDF/X, e in particolare dello standard PDF/X-4.

Risoluzione delle immagini 

La risoluzione minima raccomandata per la stampa di un’immagine corrisponde a 300 dpi nel formato di stampa finito.

Area al vivo

L'aggiunta di abbondanze pari ad almeno 3 mm è necessaria per creare un cuscinetto di tolleranza nel momento del taglio in formato. Caratteri e informazioni importanti – quali per esempio marchi testi, indirizzi, ecc., – che non devono assolutamente essere tagliati, vanno posizionati almeno a 3 mm di distanza dal margine del documento in formato finale. Si consiglia di evitare di utilizzare margini o contorni graficamente elaborati. 
Qualora il cliente dovesse fornire il file finale di stampa senza abbondanze, il lavoro verrà rigettato e il cliente contattato personalmente. In nessun caso si porvvederà alla stampa senza che una soluzione di ripiego sia stata concorcordata con il cliente. In ogni caso tutte le rettifiche realizzate dal nostro reparto grafico vengono eseguite unicamente nell'interesse del cliente. Questo tipo di modifiche deve essere accettato dal cliente, che è reponsabile del risultato che ne conseguirà. Lo stesso vale per i clienti che forniranno i file senza lasciare tolleranza per il rifilo in uno spazio bianco.
La carta è un materiale naturale soggetto a fluttuazione specifiche dovute a fattori ambientali come la temperatura e l'umidità. Pertanto, è possibile che si presenti una differenza di al massimo 1 mm con i margini finali. Si prega di ricordare che queste differenze di taglio possono riguardare anche la piegatura.

Metodo colorimetrico CMYK

Si raccomanda di utilizzare il metodo CMYK per i file da stampare. I file RGB e tutti i colori speciali (se si richiede una colorazione 4/4) saranno automaticamente convertiti allo schema colorimetrico CMYK. I profili di colore incorporati che deviano dalla condizione di resa Coated FOGRA39 (ISO 12647-2:2004) per carta patinata o Uncoated FOGRA29 (ISO 12647-2:2004) per carta usomano saranno controbilanciati durante la conversione dello schema colorimetrico. Si prega di considerare che durante una conversione il colore può subire modifiche anche sostanziali.

Applicazione del colore / Riproduzione

La massima quantità CMYK di inchiostro per le immagini non dovrebbe superare il 300%. Superare la quantità raccomandata può provocare 'increspature' o agglutinamenti. Lamentele e reclami in questo caso non verranno accettati. (Informazione: è sufficiente utilizzare il 100% di nero e il 50% di ciano per ottenere un nero ottimale! Questo vale in particolare per i toni pieni e per i caratteri di grandi dimensioni).
Dato che non tutti i tipi di carta assorbono il colore allo stesso modo, la riproduzione del colore può differire otticamente.

Incorporare i font

In caso di file PDF, tutti i font devono essere converiti in font vettoriali oppure devono essere completamente incorporati (non tramite sottogruppi, inclusi i font standard). Se questo non avviene le interruzioni di riga possono subire spostamenti e i caratteri speciali possono essere omessi o rimpiazzati. Consigliamo quindi un ulteriore conversione in font vettoriali di tutti i caratteri. Assicurarsi che i caratteri siano correttamente convertiti. Se questo non avviene, le interruzioni di riga possono subire spostamenti e i caratteri speciali possono essere omessi o rimpiazzati. Si consiglia anche di creare un testo di colore nero con un nero al 100% poiché un nero misto fatto di differenti inchiostri di stampa non produrrà una buona impressione.

Refusi / Errori tipografici

Non siamo in grado di fornire garanzie contro gli errori ortografici o contro gli errori tipografici o per quanto riguarda la posizione delle piegature o delle linee di perforazione.

Parametri di sovrastampa

Non verifichiamo i parametri di sovrastampa, poiché le concezioni estetiche alla base di certe scelte possono essere di importanza primaria. Non accettiamo pertanto responsabilità per cambiamenti che possono occorrere nella forma finale del materiale stampato come conseguenza di parametri sbagliati.

CorelDraw, Publisher e programmi «Office»

Gli esecutivi realizzati in CorelDraw, Publisher e programmi «Office» non sono lavorabili ai fini della produzione finale. Chi utilizza questi software deve fornire un file PDF correttamente distillato.

Informazioni aggiuntive

Formati diversi da quello ordinato saranno automaticamente riportati al formato standard o a quello finale che si era ordinato. Se i file verranno trasmessi nel formato finale (senza abbondanze), verrà aggiunto un margine bianco. I nostri addetti si riservano di decidere di allargare i file trasmessi di 1 mm (per evitare che si verificono spazi vuoti) o di restringerli di 1 mm (per assicurarsi che nessuna parte del contenuto venga tagliata).
Durante la fase di posizionamento della carta, prima che cominci la tiratura, non siamo sempre in grado di prevedere la direzione in cui la carta esce dalla macchina. Non si può quindi escludere totalmente che alcune pieghe possano occasionalmente strapparsi.
Non si terranno in considerazione commenti o campi di annotazione o livelli (trasparenze) presenti nel file PDF. Questi verranno scartati.
I file TIFF non dovrebbero trovarsi posizionati su pagine multiple; verrà stampata solo la prima pagina.
Il controllo dei file riguarda l'incorporamento dei font, la presenza delle abbondanze e la decompressione (unpack) del file. Non controlliamo invece se i diversi elementi risultano leggibili o sfocati.
Le trasparenze nei file PDF CorelDRAW devono essere ridotte. Non è possibile trattare le trasparenze direttamente in questo tipo di documenti!
La verifica dei file non comprende il controllo ortografico, della sintassi o il posizionamento delle immagini. Per tali operazioni è respoinsabile unicamente il cliente. Errori dovuti a modifiche apportate per il raggiungimento dei requisiti come indicato sopra ricadono sotto la responsabilità del cliente.